Il volume di stampa è piuttosto elevato

RS Components ha presentato la nuova stampante Ultimaker S5, per la stampa 3D professionale di prototipi funzionali, attrezzi di produzione e parti destinate a un utilizzo finale nei settori più disparati, dall’architettura al medicale, oltre che in scuole e università.

di Andrea Pascoli

RS Components ha presentato la nuova stampante 3D Ultimaker S5, che si rivolge al mercato professionale e soddisfa esigenze tecniche per diverse applicazioni, dalla creazione di prototipi alla realizzazione di componenti e parti di tipo industriale. Le caratteristiche principali della Ultimaker S5 sono il funzionamento continuo, un volume di stampa elevato, connettività avanzata, doppia estrusione, un sistema a filamento aperto e la possibilità di stampare una vasta gamma di materiali, tra cui filamenti di terze parti.
La Ultimaker S5 combina l’approccio olistico a 360° tipico di RS Components con l’integrazione di hardware, software e materiali.
Il risultato è una soluzione di facile utilizzo e alta affidabilità, che consente l’allineamento completo delle impostazioni per soddisfare le esigenze di ingegneri, progettisti e tecnici che operano in settori diversi, tra cui architettura e medicale, oltre che di scuole e università. La stampante, caratterizzata da un TOC ridotto e adatta per diversi impieghi, utilizza motori passo-passo silenziosi che la rendono la soluzione ideale per uffici e studi professionali.
Un altro aspetto fondamentale è la sua piattaforma aperta e flessibile che consente di allineare la stampante con i processi già esistenti, in modo da creare un flusso di lavoro molto efficiente.

Stampa a grandi dimensioni
Tra le caratteristiche principali della Ultimaker S5 figurano un volume di stampa di 330 x 240 x 300 mm, ideale per stampare oggetti di grandi dimensioni, e il sistema di livellamento attivo a più punti del vassoio. Quest’ultimo monitora il flusso di materiale e garantisce un primo strato perfetto, compensando le variazioni della topografia della piastra di stampa e correggendo automaticamente gli errori durante il processo, garantendo la realizzazione di parti di qualità elevata.
La stampante può utilizzare una vasta gamma di materiali, tra cui PLA e PLA duro, oltre che materiali plastici avanzati, come nylon, PC e materiali compositi. Tra gli altri materiali utilizzabili si trovano ABS, CPE, CPE+, TPU 95A, PP, PVA e materiali da rimuovere meccanicamente. Grazie al suo innovativo software di stampa 3D Cura la macchina è in grado di lavorare praticamente qualsiasi tipo di filamento industriale.
La piastra di stampa della S5 resiste a temperature fino a 140°C, caratteristica indispensabile per trattare materiali come il PC. Oltre alla tradizionale piastra di stampa in vetro è disponibile una piastra in alluminio più resistente, che consente di realizzare oggetti di grandi dimensioni con materiali tecnici quali ABS o PC. La stampante S5 Ultimaker è ora disponibile da RS e va a completare la sua vasta gamma di stampanti 3D per la prototipazione rapida e la produzione di parti.