Riflettori puntati su una nuova serie di centri di lavoro

La 31esima edizione della BI-MU rappresenta l’evento di spicco per il 2018 per Hurco Italia, che festeggia in questa occasione il 50° anniversario dalla nascita del marchio e del gruppo Hurco Companies. Diverse le novità in mostra, sia in termini di macchine che di ulteriori evoluzioni del controllo numerico proprietario Hurco Max 5, che equipaggia tutti i centri di lavoro e i torni Hurco. Per quanto riguarda le macchine, la novità assoluta è rappresentata dalla serie BX, che sarà presente in BI-MU con il modello BX40i. BX40i è un centro di lavoro a portale in grado di assicurare elevata rigidità e stabilità termica in fase di lavoro. Le corse sono X 1.020 mm, Y 700 mm e Z 500 mm. Concepito per eseguire lavorazioni che richiedono elevata velocità, precisione e qualità di finitura superficiale, BX40i è equipaggiato con mandrino ad accoppiamento diretto a 18.000 giri/min con attacco HSK63 e sistema di lettura tramite righe ottiche. I movimenti sui 3 assi avvengono tramite guide lineari a rulli e viti a ricircolo di sfere con accoppiamento diretto ed encoder assoluti, in modo da garantire massima precisione e prestazioni dinamiche. Il centro di lavoro a portale BX40i, come tutta la gamma BX, è governato dal controllo Hurco MAX 5, che include la tecnologia Ultimotion® capace di garantire la massima ottimizzazione della dinamica della macchina in fase di lavoro. Completano la gamma i modelli di taglia maggiore BX50i (corse X – Y – Z pari a 1.350 – 950 – 600 mm) e BX60i (corse X – Y – Z pari a 1.600 – 1.300 – 700 mm). Per le prestazioni e le precisioni offerte, i modelli della gamma BX sono particolarmente indicati in settori come l’automobilistico, l’aerospaziale, gli stampi e in applicazioni di meccanica di precisione.