Stampa 3D di metalli per la produzione di massa

HP ha presentato recentemente la nuova tecnologia HP Metal Jet, che offre una produttività fino a 50 volte superiore per realizzare componenti finali di alta qualità a basso costo.

di Adriano Moroni

Nel corso della scorsa edizione della fiera IMTS di Chicago, HP ha lanciato sul mercato HP Metal Jet, una nuova e avanzata tecnologia di stampa 3D per la produzione di volumi elevati di componenti metallici di alta qualità. Con una produttività fino a 50 volte superiore e un costo significativamente inferiore rispetto ad altri metodi di stampa 3D, la tecnologia HP Metal Jet è stata adottata da GKN Powder Metallurgy e Parmatech per la produzione di componenti finali. I clienti includono importanti organizzazioni globali come Volkswagen e Wilo, oltre ad aziende innovative in mercati verticali come Primo Medical Group e OKAY Industries. Con l’obiettivo di rivoluzionare le modalità di progettazione e produzione in tutto il mondo, HP ha lanciato anche il Metal Jet Production Service, che consentirà ai clienti di proporre rapidamente nuovi progetti di componenti 3D, produrre parti finali in volumi elevati e integrare HP Metal Jet nelle proprie roadmap di produzione a lungo termine. “Siamo nel mezzo di una rivoluzione industriale digitale che sta trasformando un settore manifatturiero del valore di 12 trilioni di dollari. HP ha contribuito a realizzare questa trasformazione introducendo la produzione industriale in 3D di componenti in plastica. Ora stiamo andando ancora più in là con HP Metal Jet, una rivoluzionaria tecnologia per la stampa 3D di materiali metallici”, ha dichiarato Dion Weisler, Presidente e CEO di HP Inc. “Le implicazioni sono enormi: i settori automobilistico, industriale e medicale da soli producono miliardi di parti metalliche ogni anno. La nuova piattaforma di stampa 3D HP Metal Jet aumenta la velocità, la qualità e i vantaggi economici per consentire ai clienti di ripensare completamente il modo in cui progettano, producono e offrono nuove soluzioni nell’era digitale”. HP Metal Jet è una nuova tecnologia binder jetting a livello di voxel, che sfrutta più di 30 anni di innovazioni di HP nel campo delle testine di stampa e delle sostanze chimiche. Con una dimensione del letto di stampa di 430x320x200 mm, una ridondanza degli ugelli quattro volte superiore, il doppio delle barre di stampa e un utilizzo del legante significativamente inferiore in rapporto al peso, HP Metal Jet inizierà a essere disponibile per i componenti in acciaio inox, garantendo loro proprietà isotropiche pari o superiori agli standard di settore ASTM e MPIF.

Una tecnologia per trasformare l’industria
In una collaborazione unica nel settore, HP ha stretto una partnership con GKN Powder Metallurgy per utilizzare i sistemi HP Metal Jet negli stabilimenti dell’azienda per la produzione di parti metalliche funzionali per clienti importanti del settore automobilistico e industriale come Volkswagen e Wilo. GKN Powder Metallurgy è il più importante produttore al mondo di materiali e di prodotti tramite tecnologie metallurgiche basate su polveri e include i brand GKN Sinter Metals, GKN Hoeganaes e GKN Additive Manufacturing. L’azienda produce più di 3 miliardi di componenti all’anno e prevede di utilizzare i sistemi HP Metal Jet per stampare milioni di parti di alta qualità per committenti di vari settori già nel prossimo anno. “Siamo all’inizio di un’entusiasmante nuova era da cui non potremo tornare indietro: il futuro della produzione di massa con la stampa 3D. La nuova tecnologia HP Metal Jet ci permette di espandere la nostra attività, cogliendo nuove opportunità che in precedenza erano proibitive in termini di costi”, ha commentato Peter Oberparleiter, CEO di GKN Powder Metallurgy. “Il nostro DNA e la nostra esperienza nella produzione tramite polveri e nella lavorazione di parti metalliche con sistemi digitali in rete ci permetteranno di promuovere l’industrializzazione nell’intero flusso dei processi di Additive Manufacturing. Unendo le forze di HP e GKN Powder Metallurgy, porteremo la produttività e la capacità dei clienti a livelli senza precedenti, sulla base dei vantaggi tecnici ed economici offerti dalla tecnologia HP Metal Jet”.
Volkswagen sta integrando HP Metal Jet nella propria roadmap a lungo termine per la progettazione e la produzione. La collaborazione tra Volkswagen, GKN Powder Metallurgy e HP offre la capacità di muoversi rapidamente per valutare la produzione di massa di pezzi personalizzabili, come portachiavi individualizzati e targhette. Il piano pluriennale di Volksvagen per l’utilizzo di HP Metal Jet include anche la produzione di parti funzionali ad alte prestazioni con requisiti strutturali significativi, come manopole per il cambio e supporti per specchietti. Con l’ingresso di nuove piattaforme, come i veicoli elettrici nella produzione di massa, HP Metal Jet troverà ancora più applicazioni, come l’alleggerimento di parti di metallo completamente certificate per la sicurezza. “L’industria automobilistica sta vivendo una rivoluzione: non solo i clienti ora si aspettano la personalizzazione, ma entro il 2025 i marchi del gruppo Volkswagen prevedono di introdurre 80 nuovi modelli elettrici”, ha affermato Martin Goede, Responsabile della Progettazione e dello Sviluppo Tecnologico di Volkswagen. “Una singola automobile comprende da 6.000 a 8.000 parti differenti. Uno dei grandi vantaggi di una tecnologia additiva come HP Metal Jet è che ci permette di produrre molte di queste parti senza dover prima costruire attrezzature per la lavorazione. Riducendo il tempo dei cicli per la produzione dei componenti, possiamo realizzare molto rapidamente una produzione di massa con volumi elevati. Ecco perché la nuova piattaforma Metal Jet di HP rappresenta un enorme passo in avanti per l’intero settore. Non vediamo l’ora di iniziare a cogliere le nuove opportunità disponibili, per garantire ancora più valore e innovazioni per i nostri clienti”. GKN Powder Metallurgy sta sfruttando la tecnologia HP Metal Jet anche per produrre parti industriali a costi contenuti con un’efficienza idraulica superiore per Wilo, un’azienda specializzata nel settore delle pompe e delle soluzioni per sistemi di pompaggio. Wilo è interessata alla tecnologia HP Metal Jet per la produzione di parti idrauliche iniziali come giranti, diffusori e corpi pompa con dimensioni ampiamente variabili, che devono sopportare intense fluttuazioni di aspirazione, pressione e temperatura.

Reinventare l’assistenza sanitaria
Per offrire servizi per il settore medicale, HP ha inoltre stretto una partnership con Parmatech, una società del gruppo ATW, per espandere la produzione in massa di parti Metal Jet per i clienti come OKAY Industries, Primo Medical Group e altri ancora. Parmatech è un’azienda attiva a livello mondiale nello stampaggio a iniezione di metalli e un pioniere nella lavorazione dei materiali metallici da oltre 40 anni, specializzata nella produzione a basso costo e in volumi elevati di componenti metallici per i settori medicale e industriale. “HP Metal Jet rappresenta la prima tecnologia 3D realmente sostenibile per la produzione su scala industriale di parti metalliche. I nostri clienti richiedono un livello di prestazioni, qualità e affidabilità estremamente elevato. Grazie alla tecnologia avanzata e alla lunga storia di innovazione di HP, abbiamo la certezza di poter superare queste aspettative”, ha dichiarato Rob Hall, Presidente di Parmatech. “Siamo entusiasti di poter distribuire HP Metal Jet nei nostri impianti e di iniziare a produrre parti complesse, come forbici e pinze chirurgiche, e nuove applicazioni e geometrie impossibili da realizzare con le tecnologie tradizionali per la lavorazione dei metalli. La tecnologia HP Metal Jet avrà un ruolo chiave per la nostra mission di sviluppare soluzioni innovative per le sfide uniche dei nostri clienti”.