Un anno ricco di successi

La nota piattaforma online Weerg.com continua a crescere, sia a livello di capacità produttiva che in investimenti in nuove tecnologie. Ne parliamo con Matteo Rigamonti, CEO e fondatore di Weerg.

di Adriano Moroni

Il 2018 per Weerg.com – la piattaforma che offre lavorazioni CNC e 3D online totalmente Made in Italy – è stato all’insegna del dinamismo, del potenziamento della capacità produttiva, di importanti investimenti in tecnologie all’avanguardia e prestigiose certificazioni. Una crescita esponenziale in chiave Industry 4.0 che vedrà un ulteriore step nell’imminente trasferimento nella nuova sede automatizzata di Gardigiano (VE). “Innovare fa parte del nostro DNA”, afferma Matteo Rigamonti, CEO e fondatore di Weerg, inedita formula messa a punto applicando il modello di business dell’e-commerce puro al mercato maturo della meccanica. La piattaforma offre gratuitamente un esclusivo servizio di preventivazione online in tempo reale, a cui si aggiungono i vantaggi di tempi certi di consegna a partire da tre giorni, elevati standard qualitativi grazie a sistemi produttivi all’avanguardia, il tutto a costi estremamente competitivi.

Il costante potenziamento della capacità produttiva
A gennaio 2018 Weerg ha annunciato la firma di un accordo senza precedenti che prevede entro fine anno l’installazione di sei nuovi centri di lavoro Hermle C42U, che vanno ad affiancarsi ai quattro già in funzione. Complessivamente il parco macchine conterà dieci Hermle C42U a 5 assi in continuo schierate in due batterie da cinque ciascuna, completamente automatizzate attraverso l’implementazione di robot antropomorfi. Un ulteriore upgrade della produzione, opportunamente dotato di software di supervisione e gestione delle commesse per garantire lavorazioni senza interruzioni in modalità 24/7.
I centri Hermle scelti da Weerg assicurano un campo di lavoro di 800x800x550 mm e tavola rotobasculante, con capacità di carico fino a 1.400 kg e motomandrini ad alta velocità. Inoltre, sono tutti dotati di estensione del magazzino utensili (fino a circa 500 per macchina) per assicurare la migliore flessibilità in lavorazione. L’enorme numero di utensili consente di scegliere caso per caso la strategia di esecuzione più efficiente e aumenta le morfologie realizzabili. Continuità operativa e massima rapidità sono assicurate dall’impiego di utensili gemelli con cui si può terminare una lavorazione senza che il processo debba essere interrotto per una sostituzione.

Scelte tecnologiche all’avanguardia
Al reparto dedicato alle lavorazioni CNC, si affianca la linea per il 3D Printing per la quale Weerg vanta la più grande installazione del Sud Europa di stampanti HP Jet Fusion 4210. Anche in questo caso Weerg ha sottoscritto lo scorso giugno un accordo senza precedenti che ha visto non solo il raddoppio del parco macchine esistente con l’arrivo di tre nuovi sistemi Jet Fusion 4210, ma anche l’upgrade tecnologico delle tre stampanti 4200 già in funzione. Il tutto per un investimento che supera i 3 milioni di euro a listino. Questa soluzione di stampa, progettata specificatamente per gli ambienti di produzione 3D su scala industriale, è stata concepita, su espressa dichiarazione di HP, per ridurre significativamente i costi operativi complessivi, aumentare la capacità per i volumi di produzione e innalzare il “punto di pareggio” per la produzione 3D su larga scala a 110.000 unità rispetto a una produzione con stampaggio a iniezione. Offre inoltre il costo del pezzo più basso del settore: fino al 65% in meno rispetto ad altri metodi di stampa 3D. Ad accompagnare questo massiccio potenziamento del reparto produttivo, l’implementazione di software per l’automazione di processo che comprendono un sistema ERP in costante aggiornamento che permette di gestire giornalmente la lavorazione di migliaia di pezzi, e un software di nesting che organizza il “match” su tutti i build disponibili in modo da ottimizzare ulteriormente i carichi. Scelte tecnologiche all’avanguardia che definiscono Weerg come modello di Industria 4.0, dove la produzione viene verificata dai monitor e gli interventi degli operatori sono ridotti ai minimi termini. Il tutto è orchestrato da ciò che avviene online, sulla piattaforma e-commerce, dove ad oggi convogliano oltre 15.000 richieste di preventivi che convertono in una media quotidiana di 150 ordini. Grazie alla capacità produttiva delle stampanti HP, Weerg è in grado di proporre un servizio unico ed efficiente per la prototipazione veloce di un singolo progetto, ma anche per la produzione di tirature fino a 5.000 pezzi, con costi competitivi e qualità eccellente. Lavorazioni per le quali l’azienda è in concorrenza diretta con la pressofusione, che però richiede la realizzazione di uno stampo e di conseguenza tempi più lunghi. L’unicità dell’offerta Weerg è potenziata esponenzialmente dalla semplicità di utilizzo della piattaforma, dalla preventivazione gratuita in tempo reale e da tempi di consegna garantiti da tre a nove giorni. “L’utilizzo delle migliori tecnologie al mondo unito alla preventivazione istantanea online rende la nostra formula una novità assoluta. Weerg è nata con la volontà di portare semplicità, qualità e puntualità al settore della meccanica”, commenta Rigamonti e aggiunge “La nostra parola d’ordine è “ottimizzazione”. L’obiettivo di creare milioni di pezzi diversi all’anno può essere realizzato solo con un’organizzazione del lavoro perfetta e un flusso che consenta automazione e precisione allo stesso tempo. Ed è per questo che continuiamo a investire in sistemi di ultima generazione con prestazioni industriali”.

Nuovi materiali e sperimentazione
Con i sistemi HP Jet Fusion 4210 le stampe 3D vengono realizzate da Weerg in Nylon PA 12, un materiale termoplastico indicato sia per prototipi funzionali, sia per parti finali. Questo Nylon è contraddistinto da un’ottima resistenza chimica a olio, grassi, idrocarburi alifatici e alcali che lo rendono idoneo a successive lavorazioni di finitura.
Da settembre, inoltre, Weerg sta offrendo stampe 3D realizzate in TPU e stampate con un nuovo sistema top secret. Un prototipo esclusivo che utilizza la tecnologia di sinterizzazione per valorizzare le caratteristiche del TPU, elastomero termoplastico particolarmente pregiato che, grazie all’elevata flessibilità, apre esponenzialmente lo spazio a nuove applicazioni.

La stampa 3D e i designer del futuro
Nel corso dell’anno Weerg ha avviato una fattiva collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma per tracciare le nuove frontiere dell’Indutrial Design, come conferma la professoressa Loredana Di Lucchio alla guida dei corsi di Laurea Triennale in Design e di Laurea Magistrale in Product Design: “La professione si sta aggiornando, così come le modalità di formazione delle nuove leve. Oggi è diventato fondamentale introdurre nei corsi progettuali le competenze per utilizzare le nuove tecnologie, da un lato per creare modelli con il rapid prototyping, dall’altro per innescare un processo creativo e mentale di sviluppo dell’oggetto”.
La collaborazione tra Weerg e l’Università romana è nata quasi per caso quando l’azienda ha lanciato su Facebook il contest “Weerg Award”, invitando i visitatori a candidare originali modelli 3D. La finalità principale era testare a fondo le prestazioni delle stampanti HP installate da poco. “Abbiamo ricevuto circa 150 modelli e il vincitore è stato Alex Coppola, studente de La Sapienza appunto, che ha disegnato una lampada di grande design. Il progetto ha messo ampiamente in risalto le prestazioni delle stampanti HP implementate nel nostro reparto produttivo”, racconta Rigamonti.
Poco tempo dopo l’azienda ha partecipato all’evento fieristico MECSPE (marzo 2018, Parma), dove ha coinvolto gli studenti de La Sapienza che hanno ideato progetti molto creativi esposti poi allo stand. Da qui la collaborazione tra Weerg e l’Università è proseguita con benefici per entrambi. “La fantasia degli studenti, meno ancorati ai prodotti seriali spesso realizzati dagli ingegneri sicuramente poco propensi al “nuovo”, ci permette di testarci nella realizzazione di pezzi molto originali e sofisticati”, prosegue Rigamonti.
“In cambio offriamo loro la possibilità di sperimentare a fondo la materia che stanno studiando, con grande libertà progettuale, grazie alla versatilità delle nostre stampanti 3D”. Un esempio di come le aziende e il mondo accademico possano essere sinergici, come sostiene la prof.ssa Di Lucchio: “La figura del designer deve evolversi alla luce delle nuove tecnologie e Weerg ci ha permesso di mettere in pratica concetti che sarebbero altrimenti rimasti a livello teorico”. Se l’industria manifatturiera è per molti versi ancora “seriale”, le tecnologie di nuova generazione offrono l’opportunità di andare oltre la “serialità” creando pezzi unici e aprendo nuovi mondi e nuovi mercati. “È fondamentale che le nuove tecnologie non vengano impiegate solo per procedure consolidate, ma diventino luoghi di sperimentazione”, asserisce Rigamonti, sottolineando come il comparto della meccanica possa trarre grandi vantaggi dalla creatività dei giovani in ambito di progettazione.

L’efficienza della piattaforma online
Dopo uno scrupoloso iter di verifica, lo scorso febbraio Weerg.com ha conseguito la prestigiosa certificazione Trusted Shops, marchio di fiducia per gli acquisti online, da 20 anni sinonimo di garanzia e qualità per gli e-commerce di tutta Europa. Solo gli e-shop che rispettano rigidi criteri tra cui solvibilità finanziaria, trasparenza dei prezzi, servizio di assistenza clienti e protezione dei dati sensibili, possono richiedere questa certificazione ed esporre il sigillo di qualità sul proprio sito: “Un segno di fiducia che la nostra azienda può vantare con orgoglio dopo aver superato il rigido processo di certificazione. Con noi tempi rapidi di esecuzione, costi trasparenti e affidabilità sono certificati e confermati dalle recensioni dei nostri clienti. Infatti ad oggi il nostro punteggio di soddisfazione cliente è altissimo sia in Italia (4.69/5.00) sia all’estero (4.87/5.00)”, commenta Rigamonti.
Il logo della certificazione Trusted Shops appare direttamente nella homepage di weerg.com e racchiude i dati del sigillo e la valutazione corrente dell’e-commerce. Gli utenti possono richiedere la registrazione alla protezione acquirenti nella pagina di conferma d’ordine, a conclusione della procedura d’acquisto. L’ente certificatore assicura la copertura a protezione fino a 2.500 euro, in caso di mancata consegna o dopo la restituzione della merce, per una durata non superiore ai 30 giorni. Dopo avere effettuato un ordine e avere ricevuto la consegna, i clienti hanno la possibilità di recensire la qualità del negozio online, valutando la propria esperienza di acquisto. Solo Trusted Shops controlla la raccolta e la pubblicazione delle recensioni, garantendone l’autenticità e assicurando al contempo assoluta trasparenza e veridicità delle esperienze riportate, che diventano così una guida all’utilizzo del servizio per altri utenti.

Nuovo sito produttivo all’insegna dell’Industry 4.0
E se l’innovazione è il suo DNA dalla fondazione, Weerg annuncia l’imminente trasferimento in una nuova sede che triplica l’area dedicata alla produzione. Tenendo fede alle origini veneziane, l’azienda entro fine anno traslocherà nel nuovo headquarters sito a Gardigiano, in provincia di Venezia. “Abbiamo scelto un edificio che potesse rispondere alle nostre repentine necessità di espansione del business e quindi di spazio dedicato ai sistemi produttivi. Si tratta di un ex maglificio di circa 27.000 m2, di cui occuperemo in un primo step 5.000 m2, a cui si aggiungono altri 3.000 m2 già opzionati. Una scelta che ci permette di ipotizzare futuri ampliamenti del parco macchine senza richiedere ulteriori trasferimenti”, racconta Rigamonti. Direttamente nella nuova sede verranno effettuate le ultime installazioni dei sistemi Hermle già ordinati, completando per il momento la linea produttiva dedicata alle lavorazioni CNC. Sia per le lavorazioni CNC sia per l’additive manufacturing, la produzione parte dal sito e-commerce dove il cliente in pochi secondi può caricare il file, ottenere un preventivo in tempo reale e procedere all’ordine. Una semplicità d’uso che si avvale di un processo produttivo totalmente automatizzato, orchestrato da esclusivi software di valutazione e gestione messi a punto con grande maestria dal reparto R&D di Weerg. Dai software partono gli input che dirigono i macchinari di ultima generazione, selezionati secondo parametri di efficienza, produttività, qualità e automatizzazione. “Uno dei nostri motti è “Set and forget”; chiaramente ci rivolgiamo ai clienti a cui vogliamo offrire un’esperienza di acquisto che nel mondo della meccanica è assolutamente inedita: il preventivo in pochi secondi e la certezza della data di consegna”, spiega Rigamonti. “Ma non solo, perché questo slogan racconta anche la nostra organizzazione, dove tutti i passaggi sono gestiti attraverso software evoluti che riducono drasticamente interventi manuali degli operatori e quindi procedure relegate all’artigianalità che non ci appartiene”. Seppur legata al territorio veneziano, Weerg punta alla conquista dei mercati europei, forte di un servizio che attualmente non ha eguali, rivolgendosi a settori vasti e diversificati: dall’automotive alla nautica, dalla meccanica all’aerospaziale, fino a tutte le possibili declinazioni dell’automazione industriale nei diversi settore merceologici.