I risultati di un sondaggio rivolto ai dirigenti aziendali

Nonostante sia più che evidente che le attività possono subire interruzioni quando si sottovalutano alcuni rischi, i dirigenti aziendali non riescono ad identificare adeguatamente e a prepararsi ad affrontare i rischi che possono potenzialmente avere conseguenze catastrofiche sulla loro operatività aziendale. Questo è il risultato emerso dal sondaggio annuale globale che DuPont Sustainable Solutions (DSS) ha somministrato ai dirigenti aziendali. Se lasciate immutate, le prestazioni operative di un’azienda, la continuità delle attività, il diritto di operare e la capacità di portare valore agli azionisti ne potrebbero risentire.

Il sondaggio globale annuale di DSS sul risk management dei dirigenti confronta e misura la maturità dei programmi di gestione del rischio delle aziende di numerosi settori, ed esamina le sfide che esse affrontano per un’efficiente gestione del rischio, per migliorare le prestazioni aziendali. I dirigenti di oltre 350 aziende hanno partecipato a questo sondaggio (52%), condotto tra maggio e agosto. La metà dei partecipanti (52%) erano alti dirigenti (CEO, CFO, ecc.) e l’altra metà (48%) appartenevano al livello di direttore esecutivo. Il 60% delle aziende partecipanti appartengono a settori industriali ad alto rischio, come il minerario, il metallurgico, i combustibili e il manifatturiero. Circa due terzi di esse hanno una presenza globale. Il 44% hanno sede in Nord America, il 27% nell’Asia-Pacifico e il 24% in Europa.