Cresce l’informatica che dà competitività al manifatturiero

Continua il cammino di crescita di Tecnest: l’azienda di Udine, specializzata nelle soluzioni informatiche e organizzative per la gestione dei processi di produzione e supply chain per il manifatturiero, anche nel 2018 ha registrato una crescita a doppia cifra.

Dopo le ottime performance del 2016 e del 2017, negli ultimi dodici mesi Tecnest ha continuato ad ampliare la propria azione: il 2018 si è chiuso con un incremento del 10% rispetto all’anno precedente, confermando il trend degli ultimi anni. La crescita è andata di pari passo con l’acquisizione di nuovi clienti e l’espansione: 22 i nuovi nomi di aziende che sono entrati a far parte del portafoglio clienti, 70 i progetti che sono stati commissionati a Tecnest da aziende manifatturiere in Italia e all’estero dando grande impulso al mondo dell’industria 4.0. Dal punto di vista strutturale, accanto a oltre 50 dipendenti, nuovo input è stato dato alla filiale milanese di Tecnest con i nuovi (e più grandi) uffici che sono stati inaugurati a Lissone (MB) e che sono andati a sostituire quelli di Cinisello Balsamo.

“La spinta alla continua innovazione è il vero motore della crescita”, afferma Fabio Pettarin, Presidente di Tecnest. “Un impegno che ci ha visto intervenire nei settori più diversi, sostenendo il manifatturiero ad affrontare, e vincere, le nuove sfide dei mercati. Il nostro intervento si è esteso dalla meccanica all’elettronica, dalla plastica fino all’arredamento passando dal tessile e dall’industria di processo, segno che nell’Italia del manifatturiero il saper fare può non bastare: sono necessarie una nuova visione dei processi e una gestione delle informazioni che assicurino tempi decisionali rapidi”.